Casa Salute Dieta e nutrizione Curcuma e curcumina, un toccasana o davvero efficaci? 10 vantaggi dalla ricerca

Curcuma e curcumina, un toccasana o davvero efficaci? 10 vantaggi dalla ricerca

0
8075
Curcuma e curcumina, un toccasana o davvero efficaci? 10 vantaggi dalla ricerca
https://unsplash.com/photos/Xz4M49O8QcE

La curcuma è probabilmente l'integratore alimentare più efficace disponibile.

Molti studi di alta qualità dimostrano che ha grandi benefici per il tuo corpo e il tuo cervello.

Non mancano le indicazioni sulla salute sulla curcumina, il principio attivo della curcuma. Ma cosa dice la ricerca?

A proposito di curcumina

Come molte erbe, la curcuma (Curcuma longa) ha una lunga storia di utilizzo nella medicina tradizionale. Questa spezia saporita viene coltivata principalmente dai rizomi o dalle radici di una pianta in fiore in India e in altre parti del sud-est asiatico e, oltre a dare al curry il suo vivace colore giallo, la curcuma è anche nota per le sue potenti proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. .

Il principale ingrediente attivo della curcuma – e quello che conferisce alla spezia il suo caratteristico colore giallo – è la curcumina. In effetti, puoi citare la curcumina come il composto responsabile della maggior parte dei potenziali benefici per la salute della curcuma.

"La curcumina è un antiossidante naturale che ha benefici antinfiammatori, oltre a potenziali benefici legati al rallentamento del processo di invecchiamento e alla prevenzione del morbo di Alzheimer e possibilmente della depressione".

Con l'avanzare dell'età, aumentare l'assunzione di curcuma può aiutare con una cura adeguata.

Come puoi includere la curcuma nella tua dieta e dieta?

Sfortunatamente, la curcuma (e la curcumina da sola) non si assorbe bene nel flusso sanguigno e se la prendi in un curry una volta al mese, è improbabile che ti dia i benefici antinfiammatori e antiossidanti che desideri. Per raggiungere le quantità di curcuma e curcumina che hanno dimostrato di fornire benefici negli studi di ricerca, è necessario rivolgersi agli integratori.

Tuttavia, potresti essere in grado di trarre beneficio dall'aggiunta di pepe nero quando prendi la curcuma e/o prendi un integratore di curcuma che contiene pepe nero.

“C'è un composto nel pepe nero chiamato piperina che aiuta effettivamente a rendere la curcuma più biodisponibile. La biodisponibilità si riferisce alla quantità di una sostanza che viene assorbita o può essere utilizzata dall'organismo”.

Ad esempio, uno studio precedente ha mostrato che il consumo di 20 milligrammi (mg) di piperina insieme a 2 grammi (g) di curcumina ha aumentato la biodisponibilità di un enorme 2000 percento!

Ecco i 10 migliori benefici per la salute della curcuma supportati dalla scienza.

La curcumina ha un effetto antinfiammatorio

Una delle principali affermazioni della curcuma è che è spesso usata per combattere l'infiammazione e la maggior parte dei poteri anti-infiammatori della curcuma può essere attribuita al composto curcumina.

Infatti, secondo uno studio precedente, la curcumina nella giusta dose potrebbe essere un trattamento antinfiammatorio più efficace rispetto ai comuni farmaci antinfiammatori come l'ibuprofene, l'Advil e l'aspirina.

Poiché l'infiammazione cronica contribuisce a molte malattie croniche, la curcumina può aiutare a trattare condizioni come la malattia infiammatoria intestinale, la pancreatite e l'artrite.

La curcumina può aiutare ad alleviare i sintomi dell'osteoartrite

Grazie alle sue potenti proprietà antinfiammatorie, la curcumina può essere un'opzione di trattamento a lungo termine sicura ed efficace per le persone con osteoartrite (OA).

In uno studio precedente, le persone con osteoartrite che hanno assunto 1000 mg/die di Meriva hanno riscontrato miglioramenti significativi nella rigidità e nella funzione fisica dopo otto mesi, mentre il gruppo di controllo non ha riscontrato miglioramenti. Meriva è un trattamento brevettato costituito da una miscela naturale di curcuminoidi (75 percento di curcumina, 15 percento di demetossicurcumina e 10 percento di bisdemetossicurcumina), fosfatidilcolina (una sostanza chimica presente nelle uova, semi di soia e altri alimenti) e cellulosa microcristallina (una polpa di legno raffinata) comunemente usati dall'industria farmaceutica e alimentare).

E uno studio sui topi, pubblicato nel numero di giugno 2016 di Arthritis Research & Therapy, ha scoperto che 50 mg di curcumina orale per chilogrammo (kg) di peso corporeo hanno rallentato significativamente la progressione dell'osteoartrite, mentre un trattamento topico con curcumina ha anche fornito sollievo dal dolore. Detto questo, resta da determinare se gli stessi benefici si applicano agli esseri umani.

La curcumina può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari

Gli studi suggeriscono che gli effetti antiossidanti e antinfiammatori della curcumina possono proteggere da alcuni dei passaggi coinvolti nello sviluppo delle malattie cardiache, incluso il miglioramento dei livelli di colesterolo.

Un altro studio ha scoperto che la curcumina era ugualmente efficace nel migliorare la funzione endoteliale nelle persone con diabete tipo 2 (la malattia cardiaca è una comorbidità comune di tipo 2) come il farmaco Lipitor (atorvastatina), un farmaco comunemente prescritto per ridurre il rischio di infarto e ictus.

Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se la curcumina è una strategia di trattamento a lungo termine sicura ed efficace per le persone con malattie cardiache.

La curcumina può aiutare a curare o prevenire il diabete

Al componente attivo della curcuma, la curcumina, sono attribuiti molti dei presunti benefici dell'erba.

Una revisione del 2013 suggerisce che la curcumina può abbassare i livelli di glucosio nel sangue, così come altre complicazioni legate al diabete. I ricercatori hanno anche scoperto che la curcumina può svolgere un ruolo nella prevenzione del diabete. Sono necessari ulteriori studi clinici sull'uomo per comprendere meglio gli effetti della curcumina e della curcuma.

Altre ricerche suggeriscono che l'estratto di curcuma può aiutare a stabilizzare la glicemia e rendere il diabete più gestibile. Questo estratto può essere trovato negli integratori da banco. Può anche fornire benefici per la salute generale, come aiutare la digestione.

La curcumina può prevenire il cancro e aiutare nel suo trattamento

Poiché l'infiammazione è legata alla crescita del tumore, i composti antinfiammatori come la curcumina possono svolgere un ruolo nel trattamento e nella prevenzione di diversi tumori, inclusi i tumori del colon-retto, del pancreas, della prostata, della mammella e dello stomaco.

La ricerca sui topi suggerisce persino che la curcumina può rallentare la diffusione delle cellule tumorali e persino prevenire la formazione di tumori. Può farlo in diversi modi, tra cui l'interruzione della formazione delle cellule tumorali in diverse fasi del ciclo cellulare, l'interruzione delle vie di segnalazione cellulare e persino l'uccisione di quelle cellule tumorali.

Non è ancora stato determinato se la curcumina possa aiutare a curare il cancro negli esseri umani, ma la ricerca è in corso.

La curcuma può aiutare a rallentare o invertire la malattia di AlzheimerAlzheimer

La curcuma può anche proteggere il cervello da malattie degenerative comuni come il morbo di Alzheimer.

Come? Aumentando i livelli di fattore neurotrofico derivato dal cervello (BDNF), una proteina presente nel cervello e nel midollo spinale che svolge un ruolo chiave nel mantenere le cellule nervose (neuroni) sane e nella regolazione della comunicazione tra le cellule nervose, fondamentale per l'apprendimento e la memoria.

Poiché disturbi cerebrali comuni come il morbo di Alzheimer sono associati a livelli più bassi di BDNF, la curcuma (in particolare la curcumina) può aiutare a rallentare o invertire la degenerazione cerebrale.

Detto questo, gran parte della ricerca è stata condotta sui topi. I ricercatori osservano che sono necessarie ulteriori ricerche per confermare l'efficacia della curcuma nella prevenzione e nel trattamento delle comuni malattie del cervello.

La curcuma può svolgere un ruolo nel trattamento della depressione

Come con il morbo di Alzheimer, anche la depressione è associata a livelli più bassi di BDNF. Grazie alla capacità della curcuma di aumentare i livelli di BDNF, la spezia si mostra promettente come un efficace antidepressivo.

Uno studio ha anche mostrato che l'iniezione di 50, 100 o 200 mg/kg di curcumina nei ratti per 10 giorni ha comportato un aumento dose-dipendente del BDNF, con la dose più alta di 200 mg/kg che mostra maggiori effetti antidepressivi.

Nel frattempo, in uno studio sull'uomo che ha assegnato in modo casuale 60 pazienti con disturbo depressivo maggiore a uno dei tre gruppi: un gruppo ha ricevuto 20 mg di fluoxetina al giorno (Prozac è un marchio comune), un altro ha ricevuto 1000 mg di curcumina e un terzo ha ricevuto un combinazione di entrambi. Entro la fine delle sei settimane, i tre gruppi hanno visto miglioramenti simili, portando i ricercatori a suggerire che la curcumina potrebbe essere un trattamento sicuro ed efficace per il disturbo depressivo maggiore.

Tuttavia, gli scienziati non comprendono appieno il ruolo della curcuma e della curcumina nel trattamento della depressione e sono necessarie ulteriori ricerche sugli esseri umani per confermare che si tratta di un trattamento sicuro ed efficace.

La curcuma protegge il tuo corpo dai radicali liberi

Gli antiossidanti aiutano a proteggere il corpo dai danni causati dai radicali liberi, una classe di atomi altamente reattivi generati nel nostro corpo, nonché dagli inquinanti ambientali come il fumo di sigaretta e le sostanze chimiche industriali.

Troppa esposizione ai radicali liberi può distruggere i grassi, le proteine e persino il DNA nel tuo corpo, portando a una serie di malattie e problemi di salute comuni, tra cui cancro, artrite, malattie cardiache e morbo di Alzheimer. Pertanto, le erbe ricche di antiossidanti come la curcuma possono svolgere un ruolo nella protezione dai danni dei radicali liberi.

La curcumina, in particolare, è in grado di eliminare vari tipi di radicali liberi, controllare gli enzimi che neutralizzano i radicali liberi e impedire a determinati enzimi di creare tipi specifici di radicali liberi, secondo ricerca.

La curcuma con il principio attivo curcumina protegge il tuo corpo dai radicali liberi (fig.)
La curcuma con il principio attivo curcumina protegge il tuo corpo dai radicali liberi (Figura.)

La curcumina può prevenire la degenerazione degli occhi

Il glaucoma, un gruppo di disturbi oculari, è una delle principali cause di cecità nelle persone di età superiore ai 60 anni. E una volta che la vista è andata, purtroppo non può essere ripristinata.

Ma la ricerca preliminare pubblicata mostra che i trattamenti topici alla curcumina possono aiutare a proteggere gli occhi dalla degenerazione. I ricercatori hanno applicato una soluzione brevettata di collirio alla curcumina ai ratti due volte al giorno per tre settimane. Alla fine dello studio, i ratti non trattati hanno sperimentato una riduzione del 23% delle cellule retiniche rispetto al gruppo trattato, suggerendo che la perdita è stata prevenuta dal trattamento con curcumina.

I risultati della ricerca sembrano impressionanti, ma sono necessari ulteriori studi per determinare se la curcumina è efficace nel prevenire la degenerazione oculare negli esseri umani.

La curcumina può supportare il sistema immunitario

Studi interessanti suggeriscono che la curcumina può agire come un modulatore immunitario che colpisce le cellule immunitarie chiave, comprese le cellule T, le cellule B e le cellule Natural Killer.

Inoltre, la curcumina sembra ridurre i composti proinfiammatori chiamati citochine, la cui attività a lungo termine può portare a danni infiammatori.

Se consumata a basse dosi, la curcumina può anche aumentare le nostre risposte anticorpali, aiutandoci a combattere le infezioni. Gli studi sugli animali suggeriscono che potrebbe anche svolgere un ruolo nella gestione delle allergie, inclusa la febbre da fieno.

Infine sulla curcuma e la sostanza curcumina

La curcuma e soprattutto il suo ingrediente più attivo, la curcumina, hanno molti benefici per la salute scientificamente provati ma ancora più ricercabili, come il potenziale per prevenire le malattie cardiache, l'Alzheimer e il cancro.

È un potente antinfiammatorio e antiossidante e può anche aiutare a ridurre i sintomi della depressione e dell'artrite.

Se vuoi acquistare un integratore di curcuma/curcumina, c'è un'eccellente selezione disponibile online.

Si consiglia di trovare un prodotto contenente BioPerine (il nome commerciale della piperina), la sostanza che aumenta l'assorbimento della curcumina di 2000%. Senza questa sostanza, la maggior parte della curcumina passa semplicemente attraverso il tratto digestivo.

Le fonti includono BBCgoodfood (collegamento), Salute quotidiana (collegamento), linea della salute (collegamento), Natura (collegamento)

NON CI SONO COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento.
Inserisci il tuo nome qui

it_ITItaliano